Verona: Che colpo di fulmine!

Prime impressioni

Oggi voglio parlarvi di un viaggio che ho fatto in solitaria in una delle città più belle d’Italia: Verona.

Devo dire la verità: sono rimasto piacevolmente colpito, anzi affascinato dalla bellezza di questa città, che a lungo avevo probabilmente un po’ snobbato.

Ovviamente sapevo fosse una città degna di nota ma non essendoci mai stato ero convinto che Verona fosse solo sinonimo di “Arena di Verona” e “Romeo e Giulietta”.

Così, preso dalla foga di esaudire un mio piccolo grande desiderio che mi portavo dentro fin da bambino, (andare a Gardaland), ho approfittato per visitare questa città.

Dopo un viaggio in autobus durato ben 13 ore, sono arrivato a destinazione… ed è stato amore a prima vista.

Non provavo un entusiasmo del genere ormai da anni e devo dire che i Veronesi con cui ho avuto a che fare in quei 5 giorni, sono stati di una gentilezza più unica che rara.

A spasso per la città

Innanzitutto consiglio a chiunque decida di visitare una qualsiasi città d’arte, di muoversi il più possibile a piedi.

Certo, i mezzi pubblici sono comodi il primo e l’ultimo giorno, quando carichi di valigia e zaino bisogna recarsi in hotel o alla stazione; ma per tutto il resto, muoversi a piedi è la soluzione migliore.

Personalmente ho usato i mezzi pubblici solo 3 volte: all’arrivo per recarmi al b&b dove ho alloggiato, il giorno dopo per recarmi a Gardaland e l’ultimo giorno per tornare in stazione.

Tutto il resto del tempo, ho utilizzato esclusivamente le mie gambe per girovagare per Verona alla scoperta dei Suoi segreti, dei Suoi vicoli e di qualunque altro posto per lo più sconosciuto.

Vi dirò la verità: sembrerà assurdo ma l’Arena alla fine è stata (credo) l’unica attrazione dove non sono entrato; l’unica fra quelle più famose per lo meno.

Personalmente sono stato particolarmente colpito da alcuni posti, che mi hanno letteralmente lasciato senza fiato tanta la loro bellezza e maestosità.

La Torre dei Lamberti

Prima fra tutti la Torre dei Lamberti, alta oltre 80 metri e che svetta dall’antico foro romano nel centro storico della città: Piazza Erbe.

Ci sono due modi per salire sulla cima della Torre dei Lamberti: in ascensore oppure inerpicandosi a piedi sui suoi oltre 300 scalini. Secondo voi, quale metodo avrò scelto?

Ma ovviamente a piedi! Il metodo per ovvie ragioni più stancante, ma sicuramente e senza ombra di dubbio anche quello più entusiasmante.

Il biglietto per salire sulla Torre dei Lamberti costa 8€, quindi un prezzo più che onesto ma sinceramente ci sarei salito anche mi fosse costato 20€ perché credetemi, quei soldi li vale tutti!

Arrivati in cima si gode di una vista ed un panorama letteralmente mozzafiato: ovunque ti giri e guardando oltre la grata di protezione puoi godere a 360° del panorama dell’intera Città.

Colle San Pietro

Un altro posto di questo viaggio che porterò sempre nel cuore è il Colle San Pietro, sulla cima del quale si trova l’omonimo Castel San Pietro.

Anche qui esistono due modi per salirci: attraverso la spettacolare e panoramica funicolare di (appunto) Castel San pietro, oppure a piedi salendo i 234 gradini che si inerpicano attraverso vicoletti e giardini.

Per quanto possa essere la funicolare, comoda e trasparente per lasciar godere di un panorama sicuramente stupendo, nulla è paragonabile alla bellezza di quel “sentiero” percorribile a piedi.

Io ho fatto questo percorso a piedi durante il tramonto e… bhe non ci sono parole per descrivere l’emozione di arrivare in cima (col fiatone) e godere di uno spettacolo veramente UNICO!

Conclusioni…

…per ora concludo qui. Nel prossimo capitolo parlerò delle bellezze culinarie di Verona e dei posti in cui ho gustato i veri sapori della tradizione locale.

Inoltre dedicherò un intero capitolo all’intera giornata passata a Gardaland, il parco divertimenti in cui desideravo andare fin da quando ero molto piccolo.

Come sempre, vi lascio ora qualche foto del mio viaggio.

Verona
All-focus

Verona

Verona
All-focus
Verona
All-focus
Verona
All-focus
Verona
All-focus